Organizzazione

Gestione

Comitato esecutivo

La gestione quotidiana è nelle mani del Comitato esecutivo.

Tutti i dirigenti della società (cioè, i responsabili della gestione quotidiana) sono anche membri del Consiglio di amministrazione e del Comitato esecutivo.

Il Comitato esecutivo è composto da tre persone:

  • Jos Gielen
  • Bart Dewulf
  • Sofie Lins

Il Comitato esecutivo è presieduto da Jos Gielen.

Consiglio di amministrazione

  • Stan Galanski, Presidente
  • Eddy Bruyninckx
  • Michael Casella
  • Kapimar Comm. V., rappresentato da Jos Gielen
  • Colin Sprott

GOVERNANCE

Revisore legale

Il revisore legale di ASCO è KPMG Bedrijfsrevisoren BCVA, Luchthaven Bruxelles Nationaal 1 K, 1930 Zaventem, rappresentato da Kenneth Vermeire.

Corporate Governance

Il Consiglio di amministrazione ha redatto un documento sulla governance che contiene le regole principali  relative alla Corporate Governance.
 
Il documento sulla governance comprende, tra l’altro, la politica sulla composizione e il funzionamento del Consiglio di Amministrazione e la policy relativa sull’outsourcing.
 
La versione più recente del documento sulla governance è stata approvata dal Consiglio di amministrazione il 3 maggio 2018, dopo un attento esame da parte dei dirigenti effettivi.

Principi fondamentali della nostra Policy sul conflitto d’interessi

Cerchiamo, per quanto ragionevolmente possibile, di prevenire i conflitti d’interesse tra ASCO e i suoi amministratori.

Ai fini della presente policy, BDM NV è considerata una società collegata.

Amministratori

Qualora un amministratore abbia un interesse economico che sia in conflitto, direttamente o indirettamente, con una decisione o un’operazione di competenza del Consiglio di amministrazione, deve informare gli altri amministratori prima che il Consiglio adotti detta decisione. Le sue dichiarazioni insieme alle motivazioni alla base del conflitto d’interessi, devono essere allegate ai verbali delle riunioni del Consiglio di amministrazione. L’amministratore interessato dal conflitto d’interessi deve anche informarne il revisore legale.

In vista della pubblicazione della relazione sulla gestione annuale, il Consiglio di Amministrazione descrive nei verbali delle riunioni il tipo di decisione (o operazione) adottata, motivandola, esponendo anche le conseguenze finanziarie per la società. La relazione sulla gestione annuale deve includere questi verbali delle riunioni.

Questa procedura non si applica alle decisioni o alle operazioni di competenza del Consiglio di Amministrazione che si riferiscano a decisioni o operazioni tra società, qualora una società detenga, direttamente o indirettamente, almeno il 95% dei diritti di voto nell'altra società, o qualora almeno il 95% dei diritti di voto all'interno di ciascuna di dette società sia detenuto da una società terza.

Inoltre, questa procedura non si applica quando le delibere del Consiglio di amministrazione si riferiscano a operazioni realizzate alle normali condizioni di mercato per operazioni simili.

Dirigenti effettivi

Qualora un dirigente effettivo abbia un conflitto d’interessi relativo ad una materia per la quale è competente a decidere, deve informare l’altro dirigente effettivo ed il presidente del Consiglio di Amministrazione prima di adottare la decisione.

Un dirigente effettivo si trova in una situazione di conflitto d’interessi, quando ha un interesse economico in conflitto con una decisione o operazione di ASCO, salvo quando questa decisione o operazione si verifichi alle normali condizioni di mercato e garanzie per operazioni simili.

I verbali delle riunioni del Consiglio di amministrazione includono il conflitto di interessi, nonché l'applicazione della procedura di cui sopra.

Incarichi esterni in una società con la quale ASCO non sia strettamente correlata

 Qualora  un dirigente effettivo, o un amministratore, detenga un incarico esterno in una società con la quale ASCO non sia strettamente correlata, ASCO può offrire servizi a questa società solo alle normali condizioni di mercato. Inoltre, il dirigente effettivo o l’amministratore coinvolto non può intervenire, influenzare o prendere parte al processo decisionale relativo a tali servizi in ASCO, né in detta società.